Rymma Velyka - Filarmonica Maniago

Vai ai contenuti

Menu principale:

Rymma Velyka

Scuola di Musica

Informazioni personali
Cognome: Velyka
Nome: Rymma
Città: Zoppola
Luogo di nascita: Luhansk (Ucraina)
Cittadinanza: Italiana
Istruzione e formazione musicale
La musica è stata materia di studio sin dall’età di 7 anni.
1991 – Diploma di pianoforte, balalaica, direttore di orchestra a plettro,  artista musicale conseguito presso l’Istituto Musicale di Luhansk (Ucraina).
1991 - Licenza per insegnamento chitarra rilasciata dal medesimo istituto.
Conoscenza del mandolino.  
Esperienza lavorativa  
Settembre 1991 – giugno 2002 insegna presso il medesimo Istituto Musicale di Luhansk (pianoforte, balalaica, chitarra, musica d’insieme, direzione di orchestra).
Settembre 1991 – giugno 2002 insegna anche in forma privata ad allievi di età compresa fra i 6 e i 25 anni (strumento e teoria e solfeggio).
Luglio 2002 – febbraio 2005 si trasferisce in Italia per lavoro: collaboratrice famigliare, baby-sitter, assistenza anziani, cameriera in ristorante.
(dal 2002 al 2007 sospende l’insegnamento sia per il trasferimento in Italia e tipologia di lavoro svolto, sia per apprendere la lingua italiana, sia per motivi famigliari correlati a matrimonio e maternità).  
Settembre – ottobre 2007 su incarico della Scuola Musicale “G: Tomat” di Spilimbergo riprende l’insegnamento della musica tenendo una supplenza presso la Scuola Elementare di Anduins (Vito d’Asio – PN).
(successivamente e fino al 2009 sospende nuovamente l’insegnamento per nuova maternità e motivi famigliari).
2009 – 2010 riprende l’insegnamento in forma privata per pianoforte e chitarra.
Novembre 2011 – giugno 2012 riceve incarico da parte della Filarmonica di Maniago di “avviare” la nuova filiale della medesima scuola di musica presso i Comuni di Tramonti di Sotto e di Sopra (associatisi). Insegna pianoforte, pianola e chitarra.  
Capacità e competenze personali
Lingue conosciute    Russo (madrelingua)
Italiano (livello buono)
Capacità e competenze artistiche
1991 – 2002 in Ucraina: ha tenuto concerti sia come direttrice di orchestra (15 – 20 musicisti), sia allo strumento come membro, sia da solista.
Novembre 2005 – gennaio 2006: ha un’occasionale esperienza non concertistica con l’Orchestra a Plettro San Vitese di San Vito al Tagliamento. Strumento suonato: mandolino. Vi è anche uno sperimentale accenno di introduzione / integrazione dell’orchestra con la balalaica  (non vi è continuità di attività con l’orchestra per sopraggiunta maternità e motivi famigliari).
5 ottobre 2007: presso la sala consigliare del Municipio di Spilimbergo nel concerto organizzato dall’Amministrazione Comunale e dalla locale Scuola di Musica “G. Tomat”, in onore ad una delegazione della Repubblica Ceca in visita ufficiale alla città, si esibisce eseguendo alcuni brani con la balalaica (accompagnamento con pianoforte) .
13 dicembre 2011: in occasione del Concerto di Natale per la Festa del Volontariato organizzata dalle associazioni e dalle Amministrazioni Comunali di Tramonti, si esibisce al pianoforte, anche per accompagnamento al flauto, e  da solista con la balalaica.
Aspettative Ampliare le opportunità di insegnamento e di esperienza.
Poter accedere e sviluppare esperienze orchestrali e concertistiche.
Incentivare l’attenzione, curiosità e avvicinamento verso la cultura musicale dell’est europeo e proporne / promuovere una “combinazione” con l’occidentale.
Proporre, promuovere, sviluppare e incentivare la conoscenza dello  strumento balalaica sia con finalità di scambio culturale, sia come strumento di insegnamento presso le scuole, sia per un suo inserimento in orchestre e/o gruppi musicali.
Poter favorire ed agevolare l’insegnamento della musica (e di riflesso l’integrazione sociale) anche a cittadini di madrelingua russa e/o ucraina presenti in Italia, potenzialmente interessati alla frequenza di corsi di musica, però inibiti per l’impreparazione linguistica verso l’italiano. L’offerta di insegnamento in madrelingua ampliata anche a strumenti tipici della cultura dell’est rappresenterebbe un incentivo.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu