Campus 2012 - Filarmonica Maniago

Vai ai contenuti

Menu principale:

Campus 2012

Campus Musicale

L'ORIGINE DELLA MUSICA E LA STORIA DEGLI STRUMENTI MUSICALI

Il Campus Estivo per giovani strumentisti 2012 ha raggiunto ormai il suo quinto appuntamento e si è svolto dal 26 agosto al 2 settembre.
L’ottima riuscita della precedente edizione e l’ospitalità ricevuta lo scorso anno, hanno spinto il Consiglio Direttivo a riproporre il Campus a Tramonti. Hanno partecipato al progetto 45 ragazzi provenienti dalle province di Pordenone, Udine e Treviso e otto bambini di Tramonti. Il Gruppo dei Bambini di Tramonti è nato nel 2011, nell'intento di coinvolgere musicalmente i bambini della Vallata durante il Campus estivo facendo provare loro l'emozione del suonare insieme ad una vera banda.
I ragazzi sono stati seguiti e preparati da sette insegnanti: Giulia Martini ha guidato il gruppo dei flauti dolci, Mara Guglielmin le ragazze del flauto traverso, Monica Giust gli allievi di Sax, Andrea D'Incà quello degli ottoni, Alessio Ghezzi e Christian Cecchetto hanno curato il gruppo delle percussioni e Lorenzo Marcolina ha seguito i clarinettisti e diretto l'ensamble al completo nella musica d'insieme.  
I giovani strumentisti si sono esibiti in quattro concerti nel mese di settembre: a Tramonti di Sotto sabato 1, a Cordenons, presso la casa di riposo, giovedì 6, a Maniago venerdì 7 e a Frisanco domenica 23.
L'origine della musica e la storia degli strumenti musicali è stato il tema seguito durante questa edizione.
Il lavoro ha avuto lo scopo di illustrare a grandi linee l’evoluzione della musica e la storia degli strumenti musicali appartenenti alla formazione bandistica, attraverso la proiezione di immagini e la spiegazione di esse che si sono intercalate all'esecuzione dei brani scelti opportunatamente in base agli strumeti illustrati e alle informazioni storiche evidenziate.  
Nel programma del Campus sono stati inseriti anche dei momenti di svago, come brevi escursioni nei territori circostanti, giochi e incontri con realtà e associazioni locali. Anche quest'anno i ragazzi hanno vissuto insieme per una settimana raggiungendo un buon grado di socializzazione, hanno costituito un gruppo musicale omogeneo e hanno approfondito e condiviso nuove esperienze musicali nell'ambito della musica d'assieme.


Torna ai contenuti | Torna al menu